Associazione Chiara Tassoni e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma organizzano il Corso “Accompagnamento del paziente nella fase terminale della malattia

Mercoledì 12 ottobre alle ore 14.30 presso l’aula G dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma inizia l’edizione 2016 del Corso.  

Sono previsti otto moduli della durata di tre ore e trenta che comprendono lezioni magistrali,  interattive, laboratori e simulazioni.

L’evento è accreditato ECM per un totale di 42 crediti per medici, psicologi e infermieri subordinati alla partecipazione ad almeno il 90% delle ore di didattica previste e al superamento della prova di verifica finale.

La partecipazione è aperta anche agli assistenti sociali, medici specializzandi operatori socio sanitari e volontari.

Segreteria organizzativa

Maria Puddu, SSD Governo Clinico, Gestione del Rischio, Qualità e Accreditamento AOUPR – mpuddu@ao.pr.it – tel. 0521.703233

Programma del Corso 2016LOCANDINA corso 1 2016

LOCANDINA corso 2016

 

Una grave perdita per l’Associazione, ma soprattutto, per ognuno di noi

Nei giorni scorsi è mancata la nostra cara amica Anna Rita Corradi, Responsabile delle Attività Turistiche della nostra Associazione e amata moglie di Vittorio Caprioli, il nostro Tesoriere.
annarita

 

Augusta Tassoni, nostro Vice Presidente, ha scritto in ricordo di lei:

No, Anna Rita, non te ne dovevi andare. Abbiamo sperato e pregato tutti perché continuassi a camminare con il tuo entusiasmo, con noi.

Ancora un volta, noi dell’associazione Chiara Tassoni, siamo rimasti più soli. Sappiamo però che nella Comunione dei Santi sarai vicina ancora. Come possiamo dimenticare tutto quello che hai fatto con la tua ben nota discrezione, vigile e presente, per la nostra associazione?

Eri così contenta quando gli obiettivi venivano raggiunti…le apparecchiature così preziose per il nostro ospedale, le borse di studio per i giovani ricercatori e l’impegno profuso da Vittorio con te per preparare assieme ad Attilio, a Roberto e a Pier Giorgio il programma per l’hospice, ultimo nostro impegno, con tanta determinazione perseguito.

Ricordo l’amore per la storia dell’arte che fino all’ultimo ci hai regalato, sempre entusiasta nel farci conoscere nuove mete, facendoci scoprire le bellezze della nostra Italia, anche le più nascoste e meno note, ma non per questo meno importanti.

Grazie Anna Rita, indimenticabile, insostituibile amica.

Il tuo coraggio nei confronti del male che ti ha allontanato da noi, te lo prometto, si trasformerà in forza e in tanta voglia di continuare.

Ci stringiamo tutti al tuo Vittorio, che è anche nostro, e vogliamo aiutarlo a superare (come del resto ha sempre fatto) questo dolore così grande, così disumano per lui e per noi.

Io mi sento vicina a tutta la tua famiglia, ai tuoi figli e ai tuoi nipotini ai quali, in questo momento, sembrerà impossibile continuare la vita senza di te.

Con la Fede, che tu condividevi, so che ci sei ancora e che continuerai a suggerirci mete nuove e ci accompagnerai come sempre.

Ciao Anna Rita, il nostro è un arrivederci, un incontrarci in un luogo che tu hai già pregustato, dove sarà solo gioia e amore.

Ancora grazie per tutto quello che hai fatto coraggiosa insostituibile Anna Rita.

 Augusta.

 

Dona il 5 x mille all’Associazione Chiara Tassoni

Dona il 5 per mille all’Associazione Chiara Tassoni, non ti costa nulla e potrai aiutare i nostri progetti.
 
Il 5×1000 non è una tassa in più, ma una quota di imposte a cui lo stato rinuncia a favore delle organizzazioni non profit.
 
I modelli per la dichiarazione dei redditi CU, 730 e UNICO contengono uno spazio dedicato al 5 per 1000. Nella sezione relativa puoi firmare e indicare il codice fiscale dell’Associazione Chiara Tassoni: 92047300345.
Invita i tuoi amici a fare altrettanto!

Pasqua 2016

Buona Pasqua

Joyeuses Pâques; Happy Easter; Pascua feliz; Frohe Ostern

tmp_83670dfb675b60b50cd95106e8f75dbe

Jean-François Millet – L’Angelus, Parigi – Museo d’Orsay

 

L’Associazione Chiara Tassoni ha donato diecimila euro all’Università degli Studi di Parma per l’istituzione di una borsa di ricerca presso il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale su “Alterazioni nelle vie di trasduzione del segnale in tumori onco-ematologici”.

Venerdì mattina si è tenuta, presso il palazzo centrale dell’Univesità la presentazione del progetto di ricerca da parte della vincitrice, Dott.ssa laura Mazzera, alla presenza del Magnifico Rettore Prof. Loris Borghi, del Presidente dell’Associazione Chiara Tassoni, Dott. Roberto Albertini e del Prof. PierGiorgio Petronini, responsabile del progetto oltre a numerosi intervenuti anche in rappresentanza di altre istituzioni.

Il Rettore ha messo in evidenza che si tratta di un grande aiuto alla ricerca soprattutto in considerazione della scarsità di fondi destinati ai ricercatori messi a disposizione dallo Stato. Inoltre, ha ringraziato l’Associazione Tassoni , grazie alla quale Chiara continua a vivere attraverso le iniziative per aiutare la ricerca scientifica. Il Dott. Albertini ha illustrato le iniziative dell’Associazione nel corso degli anni  tra queste il sostegno all’attività e alla formazione di giovani ricercatori, le donazioni di attrezzature all’Azienda Ospedaliero-Universitaria e ad altre strutture sanitarie della città, la promozione della prevenzione oncologica con incontri e seminari rivolti a scuole, associazioni e circoli, l’organizzazione di corsi di formazione rivolti soprattutto ad operatori e volontari che vivono quotidianamente a contatto con il dramma della fase terminale della malattia oncologica. Inoltre, ha ringraziato soci, simpatizzanti e sostenitori che credono nell’attività dell’Associazione e tra questi anche Cassa Padana che in questi ultimi anni ha fornito il suo significativo contributo. Il Prof. Petronini ha precisato che avrà il compito di coordinare l’attività della giovane ricercatrice e di verificare che l’attività di ricerca posa procedere nel modo migliore. La Dott.ssa Mazzera ha quindi illustrato il progetto di ricerca che riguarda l’individuazione di nuovi strumenti terapeutici nei confronti del mieloma multiplo.

FOTO PIER LUIGI VASINI (copyright)  PER UNIVERSITA' DI PARMA Via San Bruno, 5 - 43123 Parma (Italia) tel. 0521/493671 - cell. 333/3992149  -  e-mail: fotovasini@libero.it

FOTO PIER LUIGI VASINI (copyright)  PER UNIVERSITA' DI PARMA Via San Bruno, 5 - 43123 Parma (Italia) tel. 0521/493671 - cell. 333/3992149  -  e-mail: fotovasini@libero.it

FOTO PIER LUIGI VASINI (copyright)  PER UNIVERSITA' DI PARMA Via San Bruno, 5 - 43123 Parma (Italia) tel. 0521/493671 - cell. 333/3992149  -  e-mail: fotovasini@libero.it

FOTO PIER LUIGI VASINI (copyright)  PER UNIVERSITA' DI PARMA Via San Bruno, 5 - 43123 Parma (Italia) tel. 0521/493671 - cell. 333/3992149  -  e-mail: fotovasini@libero.it

FOTO PIER LUIGI VASINI (copyright)  PER UNIVERSITA' DI PARMA Via San Bruno, 5 - 43123 Parma (Italia) tel. 0521/493671 - cell. 333/3992149  -  e-mail: fotovasini@libero.it

FOTO PIER LUIGI VASINI (copyright)  PER UNIVERSITA' DI PARMA Via San Bruno, 5 - 43123 Parma (Italia) tel. 0521/493671 - cell. 333/3992149  -  e-mail: fotovasini@libero.it

IMG_4282

FOTO PIER LUIGI VASINI (copyright)  PER UNIVERSITA' DI PARMA Via San Bruno, 5 - 43123 Parma (Italia) tel. 0521/493671 - cell. 333/3992149  -  e-mail: fotovasini@libero.it

Buon Natale e Felice 2016

Natale 2015
By R. Sirocchi

……..loro due hanno tanti problemi: lei è incinta, lui anziano,

c’è freddo e non si trova un riparo ma sorridono

perché hanno fiducia nel futuro oltre ogni ragionevole ottimismo.

Buon Natale anche a te 

Associazione Chiara Tassoni per la formazione

Nei primi mesi del 2016 organizzerà la nuova edizione del corso “Accompagnamento del Malato Terminale organizzata in collaborazione con Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. Il Corso che si articolerà su una decina di lezioni di 4 ore sarà rivolto a tutti gli operatori del settore: Medici, Psicologi, Infermieri, Assistenti Sociali, Operatori Socio-Assistenziali, Volontari ecc. che potranno acquisire e perfezionare i loro strumenti per modulare e calibrare il proprio intervento a contatto con i malati oncologici gravi e le loro famiglie.

Il corso si pone alcuni obiettivi principali:

Definire le caratteristiche e il bisogno sanitario del paziente terminale.

Comprendere la centralità del paziente anche al termine della vita unendo elementi di bioetica  a quelli relativi alle scelte sanitarie tra etica e costi dell’assistenza.

Acquisire la consapevolezza che in ogni momento del percorso di malattia si debba riconoscere al malato, la dignità di essere uomo.

Affrontare situazioni in cui il malato terminale è un bambino.

Affrontare la malattia e la morte in una società multietnica.

Cogliere e soddisfare i bisogni spirituali del morente e dei suoi familiari, gestire la preparazione al lutto e la sua elaborazione.

Saper motivarsi e automotivarsi

Valutare e percepire il sé, la relazione, la comunicazione e l’apprendimento

Comprendere il ruolo pedagogico del corpo nella relazione di cura. Il corpo paziente, il corpo curante: embodiment e intimacy: toccare ed essere toccati.

È importante saper affrontare il dolore fisico che è quello più evidente, ma anche il dolore psicologico del paziente e dei familiari, senza dimenticare il dolore sociale, spesso vissuto in silenzio e in solitudine. È importante acquisire le capacità di relazione, comprendere le dinamiche psicologiche, familiari ed economiche associate alla malattia oncologica e aggravate ancor più dalla situazione di terminalità.

Associazione Chiara Tassoni a favore della ricerca e per il sostegno dei malati onco-ematologici

L’Associazione Chiara Tassoni continua a fare la sua parte, senza enfasi, ma molto concretamente:
• Recentemente sono state espletate le procedure per l’attivazione di una Borsa di Ricerca annuale presso il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università degli Studi di Parma su “Alterazioni nelle vie di trasduzione del segnale in tumori onco-ematologici;
• È in corso di attivazione un incarico, cofinanziato, per uno psicologo a sostegno dei malati onco-ematologici e delle loro famiglie presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma.